STADIO DI PASQUALE: LAVORI, CONSEGNE E RITARDI. ECCO COSA È ACCADUTO

di Nino Campisi

Continuano a pieno regime i lavori di rifacimento del terreno dello stadio “Di Pasquale” e della pista di atletica circostante. I lavori consegnati a settembre all’impresa esecutrice, che avrebbe dovuto consegnare il tutto entro 120 giorni, hanno subìto qualche ritardo per via di una variante al progetto che riguardava il sistema drenante del campo. L’iter burocratico per tale variante, a rilento in quel di Roma, ha fatto slittare la consegna dei lavori entro i primi due mesi del 2018.

Stato di avanzamento lavori

I lavori presentano un ottimo stato di avanzamento con l’intero terreno di gioco già ricoperto di strati di materiale dove infine verrà posto il tappeto in erba sintetica, mentre dalla pista di atletica è stato già rimosso il vecchio tartan, che verrà sostituito da un tartan di nuova generazione conforme alle norme imposte dalla F.I.D.A.L. (Federazione Italiana di Atletica Leggera).

L’intervento dell’assessore allo sport

«Stiamo seguendo i lavori molto intensamente – dice l’assessore al ramo Bellomo – perché con l’inizio del nuovo anno il Di Pasquale possa ricevere tutte le attività sportive che in esso possano svolgersi e soprattutto riportare la domenica la squadra dell’Avola Calcio, costretta a disputare le partite casalinghe a Palazzolo.
Inoltre rifaremo il nuovo impianto di illuminazione perché dotato di impianto elettrico e fari obsoleti. Sono stati già eseguiti lavori di ristrutturazione negli spogliatoi e servizi igienici del tensostatico, ma purtroppo in più occasioni sono stati commessi degli atti vandalici, che oltre ad arrecare è stato sottratto tutto ciò che fosse in metallo: esempio, porte e griglie.
Colgo l’occasione di lanciare un appello a tutti affinchè si abbia rispetto per la nostra città. L’intero impianto sportivo del Di Pasquale è un bene che in molti comuni ci invidiano».

Un invito che rinnoviamo anche noi di Avolablog, aspettando che il Di Pasquale torni ad essere luogo di sport e aggregazione sociale.

@antcampisi

Commenti da Facebook

commenti