IL CONSIGLIERE AMATO METTE IN DIFFICOLTÀ LA MAGGIORANZA CHE PERDE CONSENSI DAL SUO INTERNO

Quello di ieri sera è stato un consiglio comunale piuttosto dibattuto, che ha causato perdite di consensi nella maggioranza a sostegno del sindaco Cannata. “Insieme per Avola” ha girato le spalle al sindaco lasciando la maggioranza, lo stesso hanno fatto i consiglieri di maggioranza Rossitto Seby e Caldarella Stefania che hanno scelto di abbandonare Cannata rinfacciandogli di essere «un generale che utilizza i consiglieri di maggioranza come soldatini e di averli pesantemente rimproverati perchè hanno votato senza “sottomettersi”».

Cannata, dal canto suo, sostiene che Rossitto si è dimesso dalla maggioranza perchè non è stato accontentato per la poltrona desiderata.

Vizio Procedurale del bando per nomina Revisori dei Conti

A chiudere il cerchio ci ha pensato il consigliere Nino Amato, il quale sin dall’inizio ha fermamente sostenuto l’impossibilità a procedere con la nomina dei Revisori dei Conti in quanto sono emersi gravi inadempienze in sede di pubblicazione del bando ottenendo solo nove richieste di adesione al bando. Inoltre, ritiene Amato che non è stato trasmesso il bando al dipartimento degli Enti Locali, dovuto per legge, per consentirne la massima diffusione.

La dirigente dell’Ufficio Finanziario del Comune ribadisce che le pubblicazioni sono regolari sia all’albo pretorio (sito istituzionale) che nella Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia. Si resta in attesa del responso.

Consiglio Comunale in sospensione tecnica

Lo streaming si è interrotto al minuto 47, l’audio è andato via e l’immagine è rimasta immobile. Ci giunge notizia che la maggioranza è in riunione per studiare la fattibilità della nomina, l’impressione è che si farà notte. Passano 90 minuti di attesa e finalmente la maggioranza si esprime: «essendo stato il bando pubblicizzato in due delle tre sedi previste dalla legge la nomina può avere corso».

Fabrizio Alia chiede alla Segretaria Generale del Comune, che deve dare il visto di legittimità, se secondo lei la legge è stata rispettata.

Revisori nominati a sorteggio

La soluzione finale, condivisa dalla maggioranza e opposizione, è quella di procedere con il sorteggio, dunque, i Revisori dei Conti sono stati nominati tra i nove candidati.

Il Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2017-2020 sarà costituito da:

  • Dott. TUMINO MARIA TERESA
  • Dott. NERI DOMENICO
  • Dott. MOTTA SERGIO

I beni confiscati alla mafia

Il consigliere Amato risponde alla Cannata (sorella del sindaco): si parla di beni confiscati alla Mafia e l’opposizione dice che non ha senso parlare di indirizzo politico visto che la Giunta ha ampi poteri decisionali e la parola del Consiglio Comunale è superflua.

La Cannata afferma di sentirsi lusingata dal dare un indirizzo politico alla giunta sull’utilizzo dei beni confiscati e rimanda al mittente (al consigliere Nino Amato) la decisione di rifiutare di dare l’indirizzo.

Amato risponde che non era sua intenzione inasprire gli animi o provocare qualcuno, ma sentendosi chiamato direttamente in causa è costretto ad esprimere il suo punto di vista:

“Secondo me il Sindaco non si vuole prendere nessuna responsabilità e vuole scaricare tutto addosso al Consiglio Comunale. Trattasi quindi di Codardia Politica”

Prende parola il Sindaco Cannata

In merito alla questione che riguarda l’indirizzo politico sui beni confiscati, il primo cittadino sostiene di aver messo a nudo l’opposizione che non è assolutamente per la legalità e vuole sfuggire all’opportunità di adeguarsi alla legalità.

L’opposizione, tutta, ribadisce che il Sindaco non può permettersi di strumentalizzare i fatti a proprio piacimento: tutti si sono dichiarati favorevoli al voto per la presa d’atto, quello che hanno contestato è solo l’indirizzo politico che per loro è un atto vuoto e insignificante sia tecnicamente che politicamente.

Alla votazione hanno votato tutti favorevolmente e sono stati così ultimati i punti all’O.d.G. La seduta è stata sciolta alle ore 00.50.

Per chi volesse rivedere la registrazione video della seduta fin qui svolta potrà farlo cliccando qui.

Commenti da Facebook

commenti