CAVAGRANDE ANCORA CHIUSA: IL TAR RESPINGE IL RICORSO DEL COMUNE DI AVOLA

La riserva di cavagrande, chiusa da giugno 2014 a causa dell`incendio che devastò gran parte della riserva, non potrà – almeno per ora – essere fruibile tramite gli accessi ai sentieri da Scala Cruci e Mastro Ronna. Lo ha deciso il TAR che ha respinto il ricorso presentato dal comune di Avola alla Regione Sicilia, ma invita l’Azienda Foreste Demaniali a «porre in essere le attività necessarie al superamento degli ostacolo che continuano ad impedire la fruizione dei sentieri interdetti e assicurare la quanto più prossima riapertura della riserva».

Stando a quanto riportato su SiracusaOggi, il sindaco Luca Cannata sembra sia intenzionato a rivolgersi al Cga, ovvero, al consiglio di giustizia amministrativa.

Commenti da Facebook

commenti