CANDIDATI DISERTANO CONFRONTO SU CANALE8. ROCCARO: «SCUSE PUBBLICHE O QUERELEREMO»

Come tutti sapranno, al confronto di lunedì sera sulla rete privata di Canale8, ben 4 candidati a sindaco su 6 hanno disertato l`incontro. Presenti solo Cannata e Libro. Cosa è accaduto? Proviamo a fare un riepilogo degli eventi che si sono succeduti in questi ultimi giorni.

Nella serata di ieri, i candidati Caldarella e Paolo Corrado Caruso (Pipicoma), rilasciano un comunicato pubblico nel quale spiegano il motivo per cui hanno scelto di non partecipare. Nel documento, si legge che «l’emittente non garantisce le condizioni di par condicio» e «che si è di fatto trasformata nella cassa di risonanza della propaganda del sindaco uscente».

Il comunicato di Caldarella e Caruso

Le motivazioni di Calvo e Papa

Il candidato a sindaco Daniele Calvo invece ha pubblicato un video nel quale, sulla scia del comunicato Caldarella-Caruso, spiega le motivazioni per cui non si è presentato al confronto TV su Canale8. Il video, per memoria storia, è stato caricato sul nostro canale Telegram.

La motivazione ufficiale di Giuseppe Papa, candidato a sindaco per il M5S, è differente. Papa conferma di aver notificato ai diretti interessanti la sua assenza per impegni elettorali giorno 30 maggio.

La reazione di Roccaro, direttore di Canale8

A seguito di quanto descritto, Roccaro, direttore dell’emittente televisiva locale, rivolgendosi a Caldarella, Calvo e Caruso, chiede le scuse pubbliche entro oggi e, «se queste non saranno rese, al fine di difendere il buon nome dell’azienda, la direzione di Canale 8, come ha già fatto ieri per un altro caso increscioso, si tutelerà, nei termini previsti dalla legge, querelando i responsabili di tale insopportabile diffamazione». [clicca qui per leggere l’articolo integrale]

In conclusione

Chiediamo ai nostri lettori, ma soprattutto ai sostenitori dei candidati – poichè sono loro, i cosiddetti leoni da tastiera, che fomentano sui social questa campagna di odio -, di evitare commenti inopportuni e di svolgere, almeno in questi ultimi giorni, una campagna elettorale leale e sincera.

Commenti da Facebook

commenti