CONSIGLIO COMUNALE CONGIUNTO AD AUGUSTA. LA NOTA DI CANNATA

Per oggi è previsto il consiglio comunale congiunto e la port autority è ancora al centro delle polemiche. Da un lato la decisione del ministro Del Rio di assegnarla a Catania, dall’altro l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente f.f. della Commissione “Bilancio e Programmazione” all’ARS sostiene che la sede dell’Autorità Portuale deve essere Augusta. (QUI per approfondimenti)

Il nostro sindaco, Luca Cannata, oggi non parteciperà a causa di «improrogabili impegni istituzionali» ma ha ben pensato di inviare una nota che ha scelto di condividere nella sua pagina facebook personale.

«Lo sviluppo economico del nostro territorio è inscindibilmente connesso con la crescita delle aree portuali, che rappresentano una risorsa comune da tutelare e valorizzare. In questa prospettiva, il riconoscimento europeo di porto Core ad Augusta aveva rappresentato un passaggio essenziale, anche ai fini dell’ottenimento di ingenti finanziamenti e investimenti sul nostro territorio. Eppure, la recente assegnazione alla città di Catania della sede di Authority di sistema portuale del mare della Sicilia orientale, seppur spettante ad Augusta, rappresenta l’ennesimo “sacco” ai danni dei territori della nostra provincia, perpetrato da una politica nazionale e regionale schizofrenica e, in questo caso, non curante dei bisogni e delle esigenze effettive della nostra comunità.

Di fronte a questo atto che mortifica ed umilia le nostre comunità, non possiamo rimanere inerti, ma è necessario fare fronte comune per ridare dignità al porto di Augusta.

Pertanto, dichiaro sin d’ora di essere disponibile ad individuare e condividere, di concerto con c Civici Consessi, con i colleghi sindaci, con la deputazione regionale e nazionale e con tutte le parti sociali, una strategia comune sulle prossime azioni da intraprendere a tutela dei diritti del porto di Augusta e quindi del nostro territorio».

Commenti da Facebook

commenti