GIUSEPPE CANONICO AI MONDIALI DI PUGILATO IN BULGARIA

di Nino Campisi

giuseppe-canonico

Lo avevamo presentato di recente, quando a fargli la corte, oltre che il Gruppo Sportivo “Fiamme Oro” della polizia di Stato, insistevano anche i vertici del settore tecnico della Federazione Pugilistica Italiana. E proprio a Sofia, in Bulgaria, Giuseppe è approdato con il Team Azzurro per partecipare ai Campionati del Mondo riservato ai giovani Pugili che conquisteranno il passaporto per le Olimpiadi giovani in Cina nel prossimo agosto.

Cinquecento Boxer provenienti da oltre cento nazioni si stanno già sfidando nell’ Arena Armeec di Sofia.
Giorno 15 aprile è stata la volta del nostro giovanissimo concittadino che nella categoria 56kg ha incontrato LEE Chuan-Wei di Taiwan. Un macth condotto alla grande, condizionato dalla frattura al setto nasale che ha richiesto l’intervento del medico facendo cambiare totalmente il verdetto che conclamava la sconfitta di Giuseppe Canonico.

«E’ stato un bel match – racconta Giuseppe – tecnicamente sono stato superiore ricevendo i complimenti anche dai tecnici stranieri. Tutti credevano che avessi vinto, anche i miei “Head Coach” Stecca e Bergamasco (nella foto all’angolo del ring tra una ripresa e l’altra).
Purtroppo avevo dei problemi al setto nasale e al minimo colpo si è fratturato, ma io stavo benissimo e sentivo che avevo condotto un bel match»

La sconfitta compromette la qualificazione alle Olimpiadi di agosto, ma si potrebbe sempre sperare in un ripescaggio. Molto rammaricato Peppe Fascetta, colui che pugilisticamente parlando ha formato Canonico. «Un verdetto che non rispecchia assolutamente l’andamento del match. Giuseppe doveva vincere. Ha superato nettamente lavversario mettendo in atto una tecnica da vero pugile. Questo lo si può vedere dal video. Guardatelo e se non vi intendete di tecnica pugilistica posso sempre spiegarvi io perchè Giuseppe doveva vincere. Adesso aspettiamo gli Europei a luglio, c’è ancora tanto tempo per rifarsi».

Non ci resta che aspettare Luglio augurando a Giuseppe un posto sul podio agli europei.

Commenti da Facebook

commenti